Come usare correttamente le schede di memoria

Il ruolo delle schede di memoria in un flusso di lavoro fotografico non deve essere sottovalutato – una scheda fallita può portare a molti problemi e frustrazioni. A mio parere, non c’è niente di peggio che dire a una coppia di sposi che il loro intero matrimonio è andato perso a causa di una scheda di memoria difettosa. Mentre un servizio fotografico commerciale può essere ripreso, anche a caro prezzo, è quasi impossibile riprendere un intero matrimonio.

Pertanto, è importante capire che una scheda di memoria non è solo un semplice accessorio di archiviazione; il suo ruolo di strumento di archiviazione affidabile non dovrebbe mai essere trascurato. Purtroppo, su Internet ci sono troppe informazioni contraddittorie su come si dovrebbe usare e trattare le schede di memoria, con pochissime prove, il che purtroppo porta a malintesi e ad un uso improprio delle schede di memoria sul campo. Esploriamo alcuni di questi aspetti in modo più dettagliato e speriamo di eliminare un po’ di confusione.

 

 

Acquistare schede di memoria di marca affidabili

Con così tante marche di schede di memoria diverse a vari livelli di prezzo, potrebbe essere allettante scegliere una scheda di marca molto più economica e senza nome. Tuttavia, prima di prendere una decisione d’acquisto, dovreste decidere seriamente se siete disposti ad affrontare potenziali fallimenti e problemi di tali schede in futuro.

Inoltre, considerate anche il costo della sostituzione – se acquistate una carta senza marchio e questa fallisce, molto probabilmente vi farete avanti per ottenere una carta di marca di qualità molto più elevata, quindi il vostro investimento iniziale diventa uno spreco. Se iniziate con una buona carta di marca e vi succede qualcosa, potete contare sulla garanzia del produttore per ottenere una sostituzione funzionante. Infine, non dimenticate di dare valore anche al vostro tempo! Se una carta non funziona, potreste passare molte ore a cercare di recuperare il contenuto. Considerando quanto sono diventate economiche le schede di memoria di alta qualità al giorno d’oggi, perché correre il rischio di scegliere una marca senza nome?

Acquistare schede di memoria da venditori autorizzati

Una volta che si sa quale marca di schede di memoria si vuole acquistare, assicurarsi di acquistare quelle schede di memoria da venditori autorizzati. Questo è ancora più importante del numero 1, perché ci sono troppe schede di memoria false.

Ricordate, tutte le schede SD hanno più o meno lo stesso aspetto, quindi se qualcuno schiaffi su un’etichetta SanDisk su una scheda OEM, non avreste idea che si tratta di una scheda di memoria falsa. Alcuni produttori cinesi trovano il modo non solo di falsificare le schede di memoria stesse, ma anche di imitare da vicino la confezione originale al dettaglio, rendendo la scheda piuttosto autentica.

Aziende come SanDisk dettano i loro prezzi ai rivenditori, quindi se i loro prezzi cambiano presso un rivenditore, dovrebbero essere specchiati con un altro (a meno che la vendita non sia un’esclusiva una tantum, come ad esempio il Deal of the Day at Amazon). Se si acquista una scheda di memoria su Amazon, assicurarsi che la scheda sia venduta e spedita da Amazon – ci sono stati segnalati casi di schede di memoria false vendute da venditori terzi.

 

 

Non comprare schede di memoria usate o ricondizionate

Anche se trovate un buon affare su schede di memoria usate o rinnovate, vi scoraggerei vivamente dall’acquistarle. Il problema con le schede di memoria usate e rinnovate, è che non sapete con quale frequenza queste schede sono state usate prima di voi. Se il fotografo ha usato quelle schede pesantemente, significa che le celle della scheda di memoria hanno meno vita in loro, quindi si potrebbe iniziare a incontrare problemi con quelle schede prima di quanto ci si aspetterebbe, soprattutto se sei un fotografo impegnato.

A differenza della maggior parte delle fotocamere che possono mostrare il numero totale di attuazioni, le schede di memoria non tengono traccia di quante volte sono state effettuate le operazioni di scrittura. Quindi, se qualcuno vi dice che la sua scheda è stata “a malapena utilizzata”, non c’è modo per voi di controllare se il venditore vi sta dicendo la verità. Inoltre, non sapete quanto bene il fotografo si sia preso cura di quelle schede, e dimenticate di trasferire la garanzia a vostro nome. Le schede di memoria sono incredibilmente economiche al giorno d’oggi, quindi non cercherei di risparmiare un dollaro o due cercando di usarle.

Attenzione alle specifiche delle schede di memoria

Purtroppo, per la maggior parte dei produttori di schede di memoria, è tutta una questione di etichette e di numeri che possono schiaffare sulle loro schede di memoria per aumentare le vendite, il che significa che non ci si deve aspettare informazioni reali e oneste su quelle etichette. Se una scheda di memoria dice che può raggiungere velocità di 95 MB/sec, non significa che la scheda di memoria sarà effettivamente in grado di raggiungere tali velocità.

In effetti, sapevate che i numeri di trasferimento pubblicati sulle schede di memoria spesso riflettono solo la velocità di lettura, ma non la velocità di scrittura? Quindi, se vedete qualcosa come 95 MB/sec di velocità di trasferimento su una scheda di memoria, questo mostra solo la velocità potenziale del trasferimento dalla scheda di memoria al computer. La parola “potenziale” è la chiave in questo caso, perché le velocità pubblicizzate sono le massime velocità teoriche che una scheda di memoria può raggiungere quando si effettua la scrittura sequenziale di file di grandi dimensioni.

Nel corso degli anni, ho scoperto che la maggior parte delle schede di memoria non può raggiungere le velocità massime pubblicizzate, il che è deludente. Quindi, se si acquista una scheda di memoria che dichiara velocità di trasferimento di lettura e scrittura veloci, provare a copiare file di grandi dimensioni da e verso la scheda di memoria per vedere se quei numeri riflettono la realtà. Ma assicuratevi di avere un lettore abbastanza veloce che possa effettivamente trarre vantaggio da queste velocità (vedi il numero 6 qui sotto per maggiori informazioni). Ho provato a testare le mie schede SanDisk Extreme Pro che dichiarano di avere fino a 95 MB/sec di lettura e 90 MB/sec di scrittura e non sono mai riuscito a raggiungere queste velocità. Al massimo sono stato in grado di raggiungere una velocità di lettura di circa 85 MB/sec e 73 MB/sec di scrittura su queste schede e sono state le migliori del gruppo – altre sono state anche peggiori in confronto.

Quindi, quando si valuta una scheda di memoria per l’acquisto, non limitatevi a guardare l’etichetta – prestate molta attenzione alle specifiche dettagliate che mostrano non solo la massima velocità di lettura, ma anche la massima velocità di scrittura. Poi, una volta ricevuta la scheda, assicuratevi di testarla. Se le velocità di trasferimento sono incredibilmente lente, potreste avere a che fare con una scheda di memoria falsa!

Non comprare schede di memoria di grande capacità

Un altro consiglio per le schede di memoria è di non acquistare quelle di grande capacità. Se si fa una media di qualche centinaio di scatti sulla scheda di memoria, è sufficiente – non c’è bisogno di una scheda di memoria che possa contenere migliaia di immagini (fanno eccezione i fotografi di fauna selvatica, che scattano un sacco di fotogrammi).

Perché? Perché se la scheda di memoria di grande capacità non funziona, si perde tutto quello che c’è sopra. Questo è particolarmente importante per chi scatta progetti ed eventi critici su una singola scheda di memoria. Se avete un viaggio della vostra vita, potrebbe sembrare allettante usare una sola scheda di memoria e non preoccuparsi di cambiare le schede di memoria. Ma se succede qualcosa a quella scheda di memoria e non si dispone di backup, allora si perderanno tutte le immagini di quel viaggio. A meno che non si disponga di un flusso di lavoro di backup molto solido, in cui ci si assicuri di eseguire il backup delle immagini dopo ogni scatto, non si dovrebbe riporre su quelle schede di memoria di grande capacità.

Ora, se si dispone di una fotocamera avanzata che dispone di più slot per schede di memoria, potrebbe essere utile avere un’unica scheda di memoria di grande capacità. Molti fotografi usano il secondo slot per schede di memoria come “backup” e usano una scheda di memoria di grande capacità in quello slot senza toglierla – si limita a sostituire la prima scheda di memoria secondo necessità. Se si segue una pratica simile, le schede di memoria a grande capacità non sono necessariamente malvagie. Basta non salvare tutto il prezioso lavoro in una scheda di memoria senza alcun backup!

 

Inoltre, se si scatta con più slot per schede di memoria in modalità overflow (una scheda di memoria si riempie e la fotocamera inizia a registrare sulla seconda), cercate di non cancellare le immagini con la fotocamera! Quando si scatta in modalità overflow e si cancellano le immagini, non si sa mai quale particolare scheda di memoria contiene quali foto – la fotocamera posizionerà automaticamente le immagini nella prima scheda che ha lo spazio disponibile. Le immagini potrebbero confondersi e, di conseguenza, potreste ritrovarvi con strane sequenze di immagini.

Quanto dovrebbe essere grande la capacità delle schede di memoria? Beh, tutto dipende dalle dimensioni dei singoli file creati dalla fotocamera. Se si scatta in RAW non compresso a 14 bit su una fotocamera ad alta risoluzione, i file occuperanno molto spazio e potrebbe essere necessaria una scheda più grande per ospitare alcune centinaia di quelle immagini. Se si scattano file RAW compressi senza perdita di dati con una fotocamera a bassa o media risoluzione, si potrebbe farla franca con schede più piccole. Quando fotografo con le mie fotocamere Nikon e Fuji, di solito uso schede da 64 GB, che per ora sono sufficienti. Ma quando si lavora su video, panorami, timelaps, o si fa un sacco di messa a fuoco, 64 GB sono insufficienti – una scheda da 128 GB o più grande è preferibile.

Tenete presente che i requisiti per le schede di memoria cambieranno nel tempo. Con l’aumento della risoluzione e della profondità di bit nelle videocamere, in futuro potrebbe essere necessario iniziare a passare a schede di memoria di capacità maggiore.

Comprare un lettore di schede di memoria veloce e affidabile

Nel corso degli anni, ho utilizzato molti lettori di schede di memoria di Lexar, SanDisk e altri produttori terzi. Non sono mai riuscito a danneggiare una scheda di memoria a causa di un cattivo lettore di schede di memoria, ma può succedere.

Finché il lettore di schede di memoria non è davvero un brutto colpo, in genere dovrebbe andare bene. La maggior parte dei lettori di schede SD integrati nei computer portatili hanno gli stessi chip OEM che troverete su molti altri lettori di schede di memoria standalone. Quindi, per la maggior parte, la tecnologia di base è molto simile nella maggior parte dei lettori di schede di memoria. Personalmente mi piacciono molto i lettori di schede a marchio Lexar e Sony, ma ce ne sono altri che funzionano altrettanto bene.

Per molti anni, il mio lettore di carte preferito è stato il Lexar Professional Workflow, che è un eccellente lettore di carte grazie alla sua versatilità. Tuttavia, da quando Lexar è stato venduto a un’azienda cinese, non ho visto alcun vero e proprio aggiornamento e nuovi moduli a supporto delle carte XQD o CFexpress.

Per le schede SD, anche il più semplice e più piccolo Lexar Professional USB 3.0 Dual-Slot Reader USB 3.0 Dual-Slot Reader è superbo e funziona molto bene sia per l’uso su laptop che su desktop. Di solito prendo quest’ultimo quando viaggio con il mio portatile, poiché non ha un lettore di schede SD. Ma se il vostro computer portatile ha già un lettore di schede SD, allora non avete bisogno di un’unità esterna, a meno che il vostro lettore di schede di memoria non sia molto vecchio e non possa supportare velocità di trasferimento veloci delle schede di memoria più recenti.

Formattare correttamente le schede di memoria

Quando si utilizzano schede di memoria, è sempre una buona pratica formattare le schede di memoria nella fotocamera e, preferibilmente, la marca della fotocamera con cui si intende scattare. Anche se non è necessario formattare le schede di memoria nelle macchine fotografiche e si potrebbe passare attraverso lo stesso processo sul computer, trovo che sia più semplice e veloce farlo con la macchina fotografica. Quando si scatta con le mie DSLR Nikon, tutto ciò che serve per formattare una scheda di memoria è tenere premuti due pulsanti con le etichette rosse sulla fotocamera, quindi confermare il processo premendo nuovamente quei due pulsanti. Posso formattare tutte le schede dal mio portaschede di memoria in un minuto o due, il che è molto conveniente.

L’altro motivo per cui potreste voler formattare le schede di memoria nella vostra fotocamera, è che alcune marche di fotocamere come Sony creano un piccolo database/indice dei file sulle schede di memoria dopo averle formattate, quindi se la vostra scheda di memoria non contiene quei file, la fotocamera si lamenterà che il database non esiste e tenterà di creare la struttura dei file e il database prima che la scheda di memoria possa essere utilizzata. Invece di passare attraverso questi problemi, trovo che sia meglio formattare tutte le schede di memoria che si hanno nella stessa macchina fotografica con cui si intende scattare. In questo modo, basta inserire una nuova scheda di memoria e si è pronti a continuare a scattare.

Non volete che il vostro computer faccia un formato di basso livello delle vostre schede di memoria. Infatti, eseguire un formato di basso livello, in cui il computer passerà attraverso ogni blocco di memoria sulla scheda e lo riempirà di zeri, è dannoso per la salute generale della scheda di memoria, soprattutto se lo si fa spesso, poiché si tratta di operazioni di scrittura e ogni cella di memoria sulla scheda di memoria ha solo un numero di scritture prima che diventi inutilizzabile. Inoltre, la formattazione a basso livello richiede un’eternità di tempo per essere completata, e se mai voleste recuperare dei file in caso di formattazione accidentale, non sarete mai in grado di farlo.

Quando si formattano le schede di memoria nella fotocamera o si esegue una formattazione rapida sul computer, il processo di formattazione ricrea semplicemente la tabella di indice che memorizza dove si trovano fisicamente i file sulla scheda di memoria, quindi i file esistenti vengono semplicemente sovrascritti quando avviene un’operazione di scrittura. Non si vedono quei file sulla fotocamera o sul computer, ma sono ancora lì. Ecco perché è possibile ripristinare le immagini da una scheda di memoria, anche se la scheda è formattata. È importante notare che le schede di memoria sotto i 32 GB sono tipicamente formattate con file system FAT32 come visto sopra, mentre le schede con capacità maggiori saranno formattate con file system exFAT, a causa delle limitazioni di capacità e dimensioni dei file. Tenerlo presente quando si formattano manualmente le schede sul computer.

Alcune persone scelgono di spostare il contenuto delle schede di memoria invece di formattarle. Questa è una pratica perfettamente corretta e non c’è niente di male a farlo, ma io personalmente sto lontano da operazioni di cancellazione e spostamento sulle mie schede di memoria. Leggere il contenuto di una scheda di memoria è sempre più veloce che leggere + cancellare.

Non affrettatevi a cancellare le immagini dalla vostra fotocamera

Se non vi piace un’immagine, o se risulta sfocata, potete cancellarla, ma non abbiate fretta – prendetevi il tempo necessario per cancellare solo l’immagine che dovete cancellare. Su molte fotocamere, se non si presta attenzione ai prompt e si va troppo veloci, si potrebbe accidentalmente cancellare più di un’immagine, il che potrebbe essere un problema se l’immagine precedente era qualcosa di cui si era soddisfatti. Ho avuto un caso quando stavo girando un matrimonio e sono riuscito a cancellare più di quello che dovevo cancellare, solo perché ho premuto i pulsanti troppo velocemente. Se hai bisogno di cancellare un’immagine che non ti piace e scatti qualcosa di molto importante, fallo più tardi, quando hai tempo. Oppure, se non vuoi rischiare, salta la cancellazione dell’immagine nella tua fotocamera e fallo durante il processo di eliminazione dell’immagine.

Mantenere le batterie della fotocamera cariche!

Mantenere le batterie della vostra fotocamera cariche è ovviamente un gioco da ragazzi. Tuttavia, alcuni di noi sono colpevoli di aver spinto le fotocamere al limite fino a quando le batterie non sono completamente scariche. Non avrei mai pensato che una batteria scarica potesse causare il completo guasto di una scheda di memoria fino a quando non l’ho sperimentato sul campo. La batteria della mia fotocamera si è scaricata durante la registrazione di un video, e dopo averne inserita una nuova, ho visto il temuto messaggio “ERR”. Sapevo che stava succedendo qualcosa con la scheda di memoria, così l’ho tirata fuori dalla fotocamera, l’ho messa sul mio computer e non è stata riconosciuta!

L’operazione di scrittura fallita ha ucciso completamente la scheda di memoria al punto che non sono più riuscito a formattarla. Inutile dire che ho perso tutto il lavoro prima del fallimento, quindi non è stata un’esperienza piacevole. Da allora, ho prestato molta attenzione al livello della batteria – nel momento in cui la fotocamera lampeggia con il segno rosso della batteria in vista della diretta, sostituisco le batterie. Meglio prevenire che curare!

Espellere le schede di memoria in modo sicuro – non semplicemente scollegarle

Un altro errore ovvio da evitare è quello di scollegare una scheda di memoria mentre sono in corso operazioni di lettura o scrittura. Mentre un’operazione di lettura potrebbe non danneggiare la scheda, un’operazione di scrittura interrotta causa spesso la corruzione della scheda di memoria, come è successo nella situazione sopra descritta.

Se si vuole interrompere una lunga esposizione, non basta rimuovere la scheda di memoria o, peggio, la batteria della fotocamera! Spegnere la fotocamera dovrebbe fermare l’esposizione lunga e completare in sicurezza le operazioni di scrittura, che è ciò che si desidera. Se succede qualcosa alla vostra fotocamera e sembra che sia bloccata, volete sempre aspettare che la luce della scheda di memoria si spenga prima di decidere di fare qualcosa di drastico, come rimuovere le batterie della fotocamera.

Ci sono stati casi in cui alcune fotocamere erano incompatibili con particolari schede di memoria e le operazioni di scrittura avrebbero richiesto troppo tempo. Alcuni fotografi non avevano la pazienza di aspettare che la luce si spegnesse e toglievano la batteria, il che spesso causava il danneggiamento della scheda di memoria. Se si scatta una foto e ci vogliono più di 5 secondi perché la luce della memoria si spenga, è meglio smettere di usare quella scheda di memoria e sostituirla con una diversa.

Lo stesso vale per lo scollegamento delle schede di memoria dai computer – non si vuole mai semplicemente rimuovere una scheda mentre i dati vengono letti o scritti sulla scheda di memoria (anche in questo caso, le operazioni di scrittura sono particolarmente malvagie). La pratica migliore è quella di espellere la scheda di memoria in modo sicuro attraverso il sistema operativo prima di rimuoverla, cosa che può essere fatta facilmente sia in sistemi operativi Windows che Mac.

Evitare le cariche statiche

Se vi trovate in un ambiente molto secco e indossate abiti che raccolgono molta statica, potreste voler evitare di toccare le schede di memoria. Mentre il guscio esterno della maggior parte delle schede di memoria è fatto di plastica, i perni che si collegano ai dispositivi sono fatti di rame e altri materiali che conducono l’elettricità. E poiché i componenti elettrici possono essere facilmente fritti con una carica statica, si vuole evitare di toccarli. Se so che potrei portare una carica statica, di solito trovo un pezzo di metallo, come una maniglia, che posso usare per scaricare l’elettricità statica accumulata prima di toccare qualsiasi dispositivo elettrico, comprese le macchine fotografiche e le schede di memoria.

Se una scheda di memoria non funziona, smettere di scattare

I guasti della scheda di memoria sono piuttosto casuali. Alcuni guasti sono temporanei, con la fotocamera che segnala un errore ma che permette di continuare a scattare, mentre altri errori sono permanenti – quando c’è un danno più grave alla scheda di memoria. Se vedete un errore sulla vostra fotocamera mentre scattate su una particolare scheda di memoria, smettete di scattare! L’ultima cosa che volete è peggiorare la situazione aggiungendo altre immagini alla scheda e potenzialmente corrompendo la scheda ancora di più. Nel momento in cui vedete un errore, sostituite la scheda di memoria con un’altra. Se l’errore persiste, potrebbe non essere legato alla scheda di memoria. Ma se l’errore scompare, la scheda potrebbe non funzionare.

 

La migliore linea d’azione in queste situazioni è quella di inserire la scheda di memoria in un lettore di schede di memoria il più presto possibile e cercare di copiare tutti i file. Se i file non sono corrotti e si riesce a copiare tutti i file, è necessario sapere se si è trattato di un guasto temporaneo della fotocamera o dell’inizio di un guasto della scheda di memoria. Una volta effettuato il trasferimento, eseguire un formato di basso livello della scheda di memoria sul computer. Se la formattazione non riesce o si vedono errori durante il processo, è il momento di inviare la scheda di memoria al produttore per la sostituzione, o se si è fuori dal periodo di garanzia, è il momento di cestinarla. Se la formattazione di basso livello si completa e non si vedono errori, allora si dovrebbe essere sicuri di usarla di nuovo – basta monitorare la scheda e se si vede un altro errore, potrebbe essere più sicuro sbarazzarsene piuttosto che continuare ad usarla.

Se non è possibile recuperare i file da una scheda di memoria guasta, le possibilità di recuperare quei file sono molto scarse. Si può provare a utilizzare il software di recupero per ottenere i file indietro, ma il recupero di solito funziona solo su file cancellati e schede formattate, non su schede fallite. Se i dati sulla scheda di memoria è estremamente importante, si potrebbe voler raggiungere la vostra azienda locale di recupero dati e chiedere se possono aiutare. Tenete presente che tali aziende spesso fanno pagare un sacco di soldi per ripristinare i vostri dati!

Tenere le schede di memoria protette dal sole diretto e dall’umidità

Se volete prolungare la vita delle vostre schede di memoria, proteggetele sempre dalle condizioni atmosferiche estreme. Non lasciate mai fuori le schede di memoria sotto il sole diretto – tenete presente che i gusci delle schede di memoria sono fatti di plastica e la plastica può sciogliersi facilmente se esposta al sole. Inoltre, lasciando le schede di memoria sotto il sole diretto, si potrebbero danneggiare i componenti elettrici delle schede, che potrebbero causare il loro malfunzionamento. Un altro nemico dell’elettronica è l’umidità e l’acqua contenente minerali. Mentre l’H2O puro non è in alcun modo dannoso, l’acqua salata e l’acqua potabile contenente minerali possono causare un cortocircuito elettrico, che certamente causerà il guasto del dispositivo.

DiMeCard- Pacchetto in offerta di portaschede SD e micro8 per schede di memoria SD e microSD, di dimensioni di una carta di credito, con etichette scrivibili
  • La confezione contiene 2 portaschede per schede di memoria.
  • Possono contenere schede di memoria SD e microSD (schede di memoria e adattatori non inclusi).
  • Design sottile pensato per il portafoglio: 2,4 mm e 4,4 mm di spessore.
  • Conserva fino a 8 terabyte in tasca o nel portafoglio.
  • Accessorio ideale per GoPro, telefoni cellulari, tablet, dash cam, Raspberry Pi, GPS.
Funyoung USB Drive organizer bag custodia per piccolo pollice unità esterna hard drive esterno memory card USB Flash Drive chiavette USB e schede di memoria nero
  • + Accessori computer organizer ideale per il vostro chiavette USB, schede di memoria SD e altri accessori elettronici.
  • + cover è robusta e un tipo nylon, contro colpi, posizionare il contenuto cose da fare le schede di memoria flash un periodo di qualsiasi tipo di danno.
  • Miracolo + spazio: 3 tasche in rete e 22 x slot per chiavette USB e schede SD, e uno scomparto per disco rigido esterno, telefoni, energia panca; slot per contenere carte di credito e penna.
  • + DARIN è un altro divisore imbottito con piccoli gomma in il design dell' ospite due lati che ogni altro.
  • + con la maniglia su un lato la borsa può essere anche è facile da trasportare. Dimensioni: 22 x 16 x 4.5 cm

Se accidentalmente si fa cadere una scheda di memoria in acqua, assicurarsi sempre di asciugarla completamente prima di tentare di leggerne i dati. Assicuratevi che la scheda non sia solo asciutta all’esterno, ma anche completamente asciutta all’interno del suo coperchio di plastica.

Il mio modo preferito per tenere le schede di memoria al sicuro da eventuali danni è quello di conservarle sempre in una custodia protetta, come spiegato sopra.

Utilizzare le schede di memoria come backup

Come ho sottolineato in precedenza, cerco sempre di tenere un backup delle mie immagini in almeno due luoghi diversi. Se tutto quello che ho con me è un portatile, allora il portatile diventa memoria primaria e le schede di memoria che ho usato diventano memoria secondaria. Se ho un computer portatile e un’unità esterna, allora questi due diventano primari e secondari, mentre le mie schede di memoria diventano di memoria terziaria. Non appena riempio una scheda di memoria, la rimetto nella custodia della scheda di memoria al contrario. In questo modo, so esattamente quali schede di memoria sono state usate e quali mi restano da usare.

Ricordo un solo caso quando ho girato così tanto che ho esaurito le schede durante un viaggio di tre settimane e solo dopo essermi assicurato che sia il mio portatile che il mio drive esterno contenessero tutte le immagini, ho finalmente formattato la scheda di memoria di maggiore capacità da utilizzare in quel viaggio. Da allora, ho comprato qualche scheda in più, in modo da non imbattermi più in questo problema.

Sostituire le schede di memoria ogni pochi anni

Alcuni di noi nascondono schede di memoria di grandi dimensioni, pensando di poterle usare per sempre. Con qualsiasi tipo di memorizzazione, non si tratta della questione del “se”, ma del “quando”. Le schede di memoria si guastano e più le si usa, più è probabile che prima o poi si guastino. Quindi è una buona pratica sostituire le schede di memoria ogni tanto. Magari ogni 3-4 anni, magari prima o poi, a seconda di quanto spesso si spara.

Inoltre, tenete presente che le schede di memoria più recenti sono molto probabilmente molto più veloci e potenzialmente ancora più affidabili rispetto alle schede di memoria veramente vecchie – basta assicurarsi di controllare le loro specifiche prima di acquistarle. Non volete usare una scheda di memoria di nuova generazione che potrebbe avere problemi di compatibilità con la vostra vecchia fotocamera, o con il vostro lettore di schede di memoria.

Ultimo aggiornamento 2020-10-20 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Lascia un commento