Schede SD più veloci sul mercato (aprile 2021)

Queste sono le schede SD più veloci nei miei test di velocità indipendenti:

 

Kingston Canvas React Plus V90 UHS-II

Ho usato le schede di memoria Kingston per molto tempo e le ho sempre trovate affidabili e convenienti. Ma questa è la prima loro scheda che ho usato che è veramente veloce. Ed è molto, molto veloce. Con la linea Canvas React Plus, stanno puntando ai videomakers di video 4K e 8K. E con la loro profonda esperienza nella produzione di schede di memoria, sembrano aver fatto centro.

Il Canvas React Plus è disponibile nei formati da 32GB a 256GB e viene fornito con un lettore di schede USB UHS-II.

Una cosa da tenere d’occhio è che c’è anche una Canvas Go! e una Canvas Select Plus, entrambe più lente di questa scheda. Quella veloce è la Canvas React Plus ed è valutata fino a 300MB/s di velocità di lettura.

Angelbird AV Pro SD MK2 V90 UHS-II

Angelbird AV PRO SD 128GB UHS-II SDXC scheda di memoria interna per fotocamere

Angelbird è un’azienda austriaca che si concentra sull’archiviazione della memoria flash per la fascia pro del mercato, con un’enfasi sulle fotocamere e i dispositivi con il più alto bitrate di registrazione. Mirano deliberatamente a piccole produzioni, ma le loro schede SD hanno iniziato a diventare più disponibili ultimamente.

Questa scheda, modello AV Pro SD MK2 V90, è attualmente la loro scheda SD più veloce; hanno anche una versione V60 leggermente più lenta.

Questa scheda mi è stata suggerita dai videomakers della Panasonic GH5 e della Fujifilm XT-4, fotocamere che hanno entrambe modalità di registrazione a bitrate molto elevato. Questa è la prima scheda Angelbird che ho testato, ed è subito balzata al primo posto.

È valutata fino a 280MB/s in scrittura sequenziale e 300MB/s in lettura sequenziale (e una velocità di scrittura sostenuta di 260 MB/s e una velocità di lettura sostenuta di 280 MB/s). È disponibile nei formati 256GB, 128GB e 64GB e ha una garanzia limitata di 3 anni. E ha un’interfaccia UHS-II.

Un piccolo ma piacevole tocco è che le schede sono senza adesivo. Quindi le informazioni sono stampate direttamente sulla scheda piuttosto che su un’etichetta adesiva. Questo elimina il rischio che l’adesivo di un adesivo si ammorbidisca quando la scheda si surriscalda ad alte velocità di trasferimento dati e gommare lo slot della scheda della fotocamera. È una piccola cosa, ma premurosa.

ProGrade Digital V90 UHS-II

ProGrade Digital è un nuovo attore nelle schede di memoria, ma è stato creato da un team con una profonda esperienza nel settore. Si stanno concentrando su schede di fascia alta con un’enfasi sulle schede orientate verso le fotocamere di fascia alta e l’uso professionale. In altre parole, veloci e affidabili.

ProGrade Digital non ha il budget di marketing delle grandi marche, le schede sono disponibili in una confezione scarna, e il marchio non è ancora molto conosciuto, ma sono impressionato da ciò che ho visto finora. Questa è ora la scheda che sto usando nella mia fotocamera primaria, e ho avuto una buona esperienza con le altre schede che ho provato (compresa la versione V60 e la loro scheda microSD).

Questa scheda è quella con la valutazione V90, ed è disponibile nelle versioni da 64GB, 128GB e 256GB. C’è anche una versione V60 che non è così veloce come questa, ma ha ancora prestazioni molto elevate.

Sony SF-G U3 UHS-II

Numeri di modello: SF-G32 / SF-G64 / SF-G128

Questa scheda di Sony ha tenuto il primo posto nei miei test di velocità per un po’ di tempo fino a quando non è stata superata da quella di ProGrade Digital. È valutata per 299MB/s in scrittura sequenziale e 300MB/s in lettura sequenziale, e la sua velocità nei miei test è stata al top. È disponibile nelle versioni da 32GB, 64GB e 128GB. Sony ha anche la sua serie M, che è un po’ più lenta ma ancora molto buona.

Viene fornito con un link al software di recupero file e una garanzia limitata di 5 anni. Non viene fornito con un lettore di schede.

 

Lexar Professional 2000x U3 UHS-II

Lexar è stato uno dei grandi e affermati giocatori di schede di memoria per molto tempo. Ma negli ultimi anni, hanno avuto alcuni sconvolgimenti aziendali e un cambio di proprietà. Questo sembra aver interrotto la produzione e la fornitura delle loro schede per un po’, e non sono ancora sempre facili da trovare presso i rivenditori. Ma questo sembra essere per lo più corretto ora, e le loro schede sono ora facilmente disponibili presso molti rivenditori.

Con un bus UHS-II e una classe di velocità U3, Lexar valuta questa scheda per una velocità di lettura fino a 300 MB/s (o 2000x) ma, come al solito, non pubblica una velocità di scrittura diversa da “velocità di scrittura più lenta”. Ma questa scheda vanta un’impressionante velocità di scrittura sequenziale. Fa parte della linea Lexar Professional ed è disponibile nelle versioni da 32GB, 64GB e 128GB.

Questo viene anche fornito con il proprio lettore di schede USB thumb drive, che è anche uno dei lettori SD più veloci che ho incontrato finora.

 

Sony TOUGH-G SF-G(T) V90 UHS-II

Questo è un modello più recente dell’altra scheda Sony elencata sopra ed è ora molto più disponibile nei negozi. E come l’altra scheda, è molto veloce nei tipi di lettura e scrittura che contano per registrare video e scattare foto a raffica e ad alta risoluzione. È valutata per una velocità di scrittura sequenziale di 299MB/s e una velocità di lettura sequenziale di 300MB/s.

Stanno commercializzando questa scheda come veloce e resistente. La parte “dura” arriva con alcuni elementi di design extra che mirano a renderla più robusta, come l’utilizzo di una struttura stampata in un unico pezzo, sbarazzandosi delle nervature sul connettore e l’interruttore di protezione dalla scrittura, e sostenendo che è “18 volte più resistente alla piegatura delle schede SD convenzionali”. Tutto questo suona impressionante, ma il focus di questi test è la velocità, e la buona notizia è che il design robusto non sembra aver portato a nessun compromesso nella velocità. Quindi sembra essere una vittoria per tutti.

È una scheda UHS-II che porta un rating V90. È disponibile nei formati 32GB, 64GB e 128GB (per ora, non ci sono versioni da 256GB o 512GB).

Toshiba Exceria Pro U3 UHS-II

Toshiba non è spesso uno dei primi marchi che vengono in mente con le schede di memoria, ma sono stati a lungo uno dei migliori produttori di hard disk e SSD in giro, quindi hanno un’esperienza molto, molto profonda nella memoria flash. E mentre hanno avuto alcune schede impressionanti nella loro linea Exceria Pro per un po’, non sembrano aver davvero spinto molto nella direzione delle schede di memoria, e le loro schede non sono sempre facili da trovare.

In termini di prestazioni, ho trovato questa scheda molto vicina alla Lexar 2000x. Ma non è all’altezza del valore: è significativamente più costosa di alcune delle altre linee. È disponibile nelle versioni da 16GB, 32GB, 64GB e 128GB.

Transcend 700s V90 UHS-II

Transcend non ha la presenza sul mercato di alcune altre marche, ma ha prodotto schede molto buone per molto tempo. Questa scheda è veloce, ma un potenziale aspetto negativo che ho riscontrato è che finora l’ho vista disponibile solo nei formati 64GB e 32GB.

SanDisk Extreme PRO U3 UHS-II

Questi sono classificati in base ai risultati della velocità di scrittura sequenziale testata. Questa è la misura che è più rilevante per la registrazione di video 4K, 8K e ad alto bitrate, così come per le modalità di burst di foto veloci. Puoi trovare maggiori dettagli qui sotto su ciascuna di queste schede, così come maggiori informazioni su come sono stati condotti questi test.

Il distintivo SanDisk Extreme Pro è per il top della gamma SanDisk. Si tratta di prestazioni affidabili e solide da un marchio di memoria flash di prim’ordine. SanDisk tende ad aggiornare la sua linea di prodotti molto più frequentemente di molti dei suoi concorrenti, ma riutilizza gli stessi nomi di serie (per esempio, Extreme Pro). Le prestazioni sono tipicamente molto coerenti da modello a modello, quindi sono un’opzione molto buona e affidabile. È disponibile nelle versioni da 32GB, 64GB e 128GB.

 

La velocità delle schede SD è importante?

Per diversi anni ho cercato di comprare e testare quante più schede SD e microSD possibile. Questo post si basa sui risultati dei test delle schede SD; puoi trovare i miei test per le schede microSD più veloci qui. Copre le schede SDXC e SDHC, comprese le schede con interfaccia UHS-I e UHS-II.

La mia attenzione qui è sulle schede SD che sono adatte all’uso in fotocamere per la registrazione di video ad alto bitrate e ad alta risoluzione (4K, 5K e 8K, per esempio), foto ad alta risoluzione e sequenze di foto a raffica. Quindi sono più interessato alla velocità di scrittura sequenziale piuttosto che ai tipi di velocità di scrittura di cui hanno bisogno alcune altre applicazioni, come i giochi e i dispositivi informatici.

Le migliori fotocamere sul mercato ora hanno capacità che possono richiedere molto dalla scheda di memoria. Sta diventando routine per queste fotocamere consumer di fascia alta essere in grado di registrare video a bitrate molto elevati, intorno ai 400 Mb/s. Anche le fotocamere di fascia media e compatte sono in grado di registrare a bitrate fino e oltre i 100 Mb/s quando girano video 4K e 8K. Questo apre la possibilità di alcune riprese video di alta qualità. Ma una cosa è che la telecamera sia in grado di girare a questi bitrate; l’altro pezzo del puzzle è che avrai bisogno di una scheda di memoria che possa tenere il passo. Con una scheda troppo lenta, si corre il rischio che la registrazione si fermi inaspettatamente, che si verifichino dei dropout o che la videocamera si blocchi.

E, ad essere onesti, comprare una scheda SD abbastanza veloce dovrebbe essere più facile. La SD Association, l’organizzazione no-profit che controlla le specifiche che le schede SD devono rispettare, ha utilmente creato un sistema di classificazione per classificare le schede in base alla velocità di registrazione video. È progettato per rendere più facile per il consumatore vedere cosa è cosa. O meglio, ci sono diversi sistemi di valutazione ora, dato che le versioni precedenti sono diventate obsolete. E anche all’interno delle fasce di queste valutazioni, c’è molto spazio per le variazioni. Per rendere le cose ancora più complicate, quando i produttori di schede di memoria pubblicizzano la velocità delle loro schede, il primo e più grande numero che usano tipicamente si riferisce alla velocità di lettura sequenziale. Questo si riferisce a quanto velocemente i dati possono essere scaricati dalla scheda. Ma quando si registrano video o foto in modalità burst, quello che si vuole guardare è la velocità di scrittura sequenziale. Questa è la velocità con cui puoi portare i dati sulla scheda. Spesso non è così chiaro come potrebbe essere; più produttori stanno iniziando a includerlo sulla confezione, ma non è ancora universale.

Ecco perché faccio lo sforzo di comprare e testare le schede SD per me stesso e condividere i risultati. La mia speranza è quella di fornire maggiori informazioni che fotografi e videografi possono utilizzare per decidere quali schede di memoria saranno le migliori per una particolare fotocamera in condizioni di ripresa del mondo reale. In breve: nel classificare le schede qui, mi sto concentrando sulle velocità di scrittura sequenziale. Mi sto anche basando sui miei test piuttosto che sulle affermazioni dei produttori.

Ma non è sempre vero che la scheda più veloce è necessariamente la migliore per quello che ti serve. Anche il prezzo e la disponibilità contano. E poi c’è l’importante questione se la tua fotocamera può trarre pieno vantaggio dalla velocità della scheda. Nella maggior parte dei casi, puoi tranquillamente mettere una scheda molto veloce in una fotocamera più lenta, ma non sempre funziona che otterrai molti benefici dalla scheda più veloce nella fotocamera. Dipende da cosa ci metti dentro. Per approfittare di ciò che possono fare le schede UHS-II, per esempio, avrai bisogno di una fotocamera o di un lettore compatibile con UHS-II. Se non lo è, la scheda continuerà a funzionare – sono progettate per essere compatibili all’indietro in quasi tutti i casi – ma non otterrai la massima velocità di cui la scheda è capace. Un posto dove potresti vedere qualche beneficio, però, è quando vai a scaricare le foto dalla scheda al tuo computer usando un lettore di schede. La maggior parte delle volte, ciò di cui hai bisogno non è necessariamente la scheda SD più veloce che puoi trovare, ma piuttosto una che sia abbastanza veloce per la tua fotocamera e il tuo flusso di lavoro. E che sia conveniente. E che puoi trovare presso i rivenditori.
Questo ovviamente non include tutte le schede SD disponibili. È una lista in crescita che è un work-in-progress, e sto aggiungendo nuove schede man mano che ho l’opportunità di testarle. Sto dando la priorità alle schede che sono prontamente disponibili e dei principali produttori e che sembrano essere vicine alla cima del gruppo in termini di velocità. Se ne avete una che vi interessa e che non è nella lista, fatemelo sapere nei commenti. Non posso promettere di arrivare a tutte le schede, ma posso provarci.

Test di velocità delle schede SD nel mondo reale

Nel condurre questi test, il mio obiettivo è quello di testare le prestazioni che possiamo realisticamente aspettarci utilizzando hardware di serie.

Per essere chiari, ci sono due cose che non sto cercando di fare. Non sto cercando di replicare i test di laboratorio dei produttori. E non sto cercando di giocare a “gotcha” e testare se i valori di velocità dichiarati dai produttori sono accurati. Ci sono, dopo tutto, diverse cose che possono influenzare le velocità che si possono ottenere dalle schede in pratica.

Quello che sto cercando di fare è scoprire quali schede si comportano meglio nelle condizioni del mondo reale e come si confrontano tra loro. Perché queste sono le cose che contano per me quando sto cercando di decidere quale scheda comprare. In breve, sto cercando velocità pratiche, non velocità teoriche, e se una scheda è più veloce di un’altra.

Quindi sto usando una configurazione del computer del mondo reale, non un impianto personalizzato di fascia alta ottimizzato per spremere fino all’ultimo bit di velocità di trasferimento del bus ma non molto buono per elaborare effettivamente foto e video. Ci sono dispositivi hardware dedicati che esistono solo per testare la velocità delle schede di memoria. Questi sono ridicolmente costosi (sì, a un certo punto ho cercato di comprarli) e non sono utili per nessun altro scopo. Invece, sto usando un hardware standard facilmente disponibile che i fotografi potrebbero avere a portata di mano.

Per il lettore, sto usando un lettore ProGrade Digital USB 3.2 Gen. 2.0 Dual-Slot UHS-II. È collegato con un cavo ProGrade Digital USB 3.2 Gen 2 Super Speed+ certificato tramite la porta USB-C del Mac. Dopo numerosi test, ho scoperto che questo lettore mi dà i risultati più affidabili e coerenti, soprattutto con le schede più recenti e veloci.

Per il software, sto usando la suite di benchmarking di Digital Media Doctor di LC-Technology. Tutte le schede erano nuove o quasi nuove e appena formattate con l’app ufficiale della SD Association prima di eseguire i test. Sto eseguendo flussi di dati da 5GB per tutte le operazioni di lettura e scrittura. Poiché i risultati spesso variano leggermente tra ogni test, sto eseguendo ogni serie di test cinque volte e facendo la media dei risultati.

Ci sono computer più veloci e potenti che potrebbero ottenere velocità di trasferimento più elevate, ma questo fornisce un’utile piattaforma del mondo reale che è ampiamente utilizzata e disponibile.

Affidabilità e robustezza

Questi test non affrontano le questioni di affidabilità o robustezza. Mentre la memoria flash è generalmente abbastanza stabile, in parte perché non ci sono parti in movimento, le schede di memoria possono fallire. Quando scelgo quali schede usare, la velocità è un fattore, ma generalmente favorisco anche le schede di marche ben consolidate. E per un uso normale, queste offrono tipicamente prestazioni eccellenti.

Ma se stai scegliendo una scheda di memoria per ciò che equivale a una scrittura quasi costante – come con una dashcam o una telecamera di sicurezza che viene costantemente sovrascritta – potresti trovarti meglio nel lungo periodo con una delle schede specializzate ad alta resistenza che alcune marche offrono. Di solito non sono in cima alle classifiche di velocità, ma aggiungono un’ulteriore pace della mente che la scheda dovrebbe essere in grado di tollerare un numero molto elevato di cicli di scrittura.

Inoltre non sto testando la robustezza fisica della scheda. Cioè, non sto facendo del mio meglio per schiacciarle o affogarle. La maggior parte delle schede SD ora include la dichiarazione di essere impermeabile, antipolvere, antigelo e indeformabile. Alcune, come la linea TOUGH di Sony, fanno il passo più lungo della gamba. Ma non è qualcosa che ho l’inclinazione o i mezzi per testare.

Come tutto il resto dell’elettronica, le schede di memoria sono accompagnate da una densa nuvola di gergo. Qui ci sono alcune brevi spiegazioni di cosa significano i vari bit e pezzi.
Valutazioni di velocità: Megabyte vs. Megabit

Tutte le valutazioni di velocità che sto usando qui sono in MB/s (megabyte al secondo), che non deve essere confuso con Mb/s (megabit al secondo). I produttori di schede di memoria di solito misurano la velocità delle loro schede in megabyte al secondo, o MB/s (o MBps, entrambi con la “B” maiuscola). Ma i bitrate di registrazione video sono di solito misurati in megabit al secondo, o Mb/s (o Mbps, con la “b” minuscola). Non sono la stessa cosa. Ci sono 8 bit in un byte, quindi per passare da megabit al secondo a megabyte al secondo, si moltiplica per 8. Quindi 80MB/s è uguale a 640Mb/s. Ecco un comodo calcolatore di conversione.

X Rating vs MB/s. Alcuni produttori usano una più criptica valutazione x al posto di MB/s. Lexar, in particolare, ha usato a lungo questo sistema. Viene dal vecchio modo di misurare la velocità delle unità CD-ROM quando la velocità standard di un’unità CD-ROM era di 150KB/s. Ogni x, quindi, equivale a 150KB/s.

Ecco un veloce riassunto per convertire alcune delle comuni x in MB/s:
x rating MB/s
100x 15
120x 18
133x 20
150x 23
200x 30
400x 60
600x 90
633x 95
1000x 150
1400x 210
2000x 300
2500x 375
2933x 440
3000x 450
3400x 510
3500x 525
3600x 540
4000x 600
4500x 675
5000x 750
SDHC vs. SDXC vs. SDUC

Uno dei diversi codici che vedrai sulle schede SD è SDHC o SDXC. Questa non è una valutazione delle prestazioni, in quanto tale. Si riferisce al filesystem utilizzato, FAT32 (SDHC) o exFAT (SDXC). La SD Association ha specificato che le schede che hanno una capacità di archiviazione di 32GB o inferiore saranno formattate come FAT32, mentre quelle da 64GB o più saranno formattate con exFAT. Il risultato è che tutte le schede tra 4GB e 32GB saranno marcate con SDHC, mentre le schede da 64GB a 512GB avranno SDXC.3 C’è anche una specifica SDUC più recente, ma è improbabile che le troverai nei negozi per ora.

SDHC (Secure Digital High Capacity) è una specifica di design che si riferisce alle schede SD con capacità compresa tra 4GB e 32GB e formattate con il filesystem FAT32. FAT32 supporta file individuali fino a un massimo di 4GB (che è anche il motivo per cui molte fotocamere dividono i loro file video in pezzi da 4GB o meno).

SDXC (Secure Digital eXtended Capacity) si riferisce alle schede SD con una capacità maggiore di 32GB. Sono formattate nel filesystem exFAT.

SDUC La SD Association ha anche creato una specifica più recente conosciuta come SDUC, per SD Ultra Capacity. Ha la sua tecnologia host, i suoi protocolli e i suoi driver, ma in termini di capacità di archiviazione della scheda, è progettata per coprire schede che vanno da 2TB fino a 128TB. Le schede SDUC funzionano solo con dispositivi che hanno la compatibilità SDUC specificatamente inclusa, quindi non puoi semplicemente mettere una scheda SDUC in una fotocamera che non supporta specificamente SDUC. Ma non troverete nessuna di queste schede in natura, quindi, per ora, almeno, non c’è bisogno di preoccuparsi di ottenere accidentalmente una di queste.

Tecnicamente, è possibile usare un computer per formattare, diciamo, una scheda microSD da 32GB con exFAT o una scheda da 128GB con FAT32. Ma farlo va contro le specifiche dell’associazione SD, può causare problemi in alcune fotocamere, e saranno sovrascritte allo standard appropriato la prossima volta che si formatta la scheda nella fotocamera. In generale, non lo consiglio. Detto questo, se vuoi davvero farlo, ho messo insieme una guida per usare il formattatore ufficiale di schede SD.
Classi di velocità delle schede SD

Alle schede SD viene assegnata una classe di velocità che si riferisce alla sua categoria per la scrittura dei dati, con ogni categoria che descrive un uso di registrazione video nel mondo reale. Queste si applicano allo stesso modo alle schede SDHC e SDXC. I tipi più recenti di classe di velocità iniziano con una U o una V, come U3 o V90. Alcune schede potrebbero avere sia una classificazione U che una V (e anche una Classe 10, se è per questo), nel qual caso ci si può concentrare sulla più alta, che sarebbe la classificazione V.

Dove le cose si complicano un po’, però, è che queste classificazioni di velocità non riflettono necessariamente la velocità assoluta della scheda. Detto altrimenti, una scheda che ha una valutazione V30 non è necessariamente più veloce di una che ha una valutazione U3. Questo perché per mostrare il rating sulla scheda, i produttori devono avere le loro schede certificate per quel rating. Implica anche la revisione del packaging e dei materiali di marketing, che è un processo costoso. Quindi non tutti i produttori si prenderanno subito questo disturbo e questa spesa. Il risultato è che non è così semplice come guardare una scheda con una valutazione V30 o anche V60 e sapere che è più veloce di una che porta solo una valutazione U3. Potrebbe essere, ma il sistema di valutazione non funziona proprio così. Puoi vedere la prova di ciò nei risultati dei test di velocità su questa pagina, con alcune schede con un rating di velocità più basso che sono più veloci nei test di quelle che mostrano un rating di velocità più alto sulla confezione.

V90. La classe V (per video) è una nuova designazione creata per le schede che sono progettate per lavorare con le velocità richieste per i video 4K e 8K. La SD Association ha aggiunto alcuni numeri inferiori per renderli retrocompatibili con le vecchie denominazioni di classe (per esempio, Classe 10 e Classe 6), ma i più importanti sono V30 e superiori.

Le schede di memoria della classe V90 sono classificate per supportare una velocità minima di scrittura sequenziale di 90MB/sec. Il loro mercato primario è per le fotocamere che girano video 8K, e per ora, quelle sono piuttosto rare, ma la classe offre spazio per crescere, per così dire.

V60 si applica alle schede che supportano una velocità di scrittura sequenziale minima di 60MB/sec. Sono rivolte principalmente alle fotocamere che registrano video 4K e 8K. Alcune delle telecamere più recenti che registrano con bitrate ultra-alto, come la Panasonic GH5, richiedono V60 o superiore. Con altre videocamere 4K che registrano a bitrate inferiori, potresti cavartela con una scheda V30.

V30 si applica alle schede che supportano una velocità di scrittura sequenziale minima di 30MB/sec. Queste sono progettate per supportare almeno i video full HD e alcune videocamere 4K.

U3 è progettata per supportare la registrazione di video 4K ad una velocità di acquisizione video sostenuta di 30MB/s. Questa classe si sovrappone alla più recente classe V30.

U1 è progettata per supportare trasmissioni in tempo reale e video HD (720p e 1080p) con una velocità di scrittura seriale minima di 10 MB/s. Questo si sovrappone alla più recente classe V10.

La classe 10 è progettata per supportare la registrazione a 1080p come minimo (ma di nuovo, non a tutti i framerate) con una velocità minima di scrittura seriale di 10 MB/s.

Classi 2, 4 e 6. La classe 2 supporta la registrazione di video SD con una velocità di scrittura seriale minima di 2 MB/s. Le classi 4 e 6 sono progettate per supportare video da 720p e 1080p (ma non tutti i framerate) con una velocità minima di scrittura seriale di 4 MB/s e 6 MB/s, rispettivamente. La maggior parte delle fotocamere più recenti hanno bisogno di schede più veloci di queste, quindi le schede di memoria in queste classi di velocità non sono così comunemente disponibili ora.

Per scopi pratici, le più comuni attualmente sono Classe 10, U1, U3, V30, V60 e V90, con V60 e V90 che sono le classi attualmente più veloci. Tecnicamente è ancora possibile trovare schede più vecchie e lente di Classe 2, 4 o 6, ma la maggior parte delle fotocamere moderne probabilmente funzionano meglio con schede di almeno Classe 10, specialmente per registrare video.

SD Express

La SD Association sta regolarmente modificando le specifiche per consentire prestazioni migliori e più veloci delle schede SD e microSD. Nel maggio 2020, hanno rilasciato una specifica SD Express 8.0 con un drammatico aumento delle potenziali velocità di trasferimento, consentendo velocità di trasferimento fino a quasi 4000MB/secondo. È progettato per essere disponibile su schede SHDC, SDXC e SDUC. Ma per ora, è solo una specifica e non è ancora stata implementata in nessuna scheda o dispositivo di consumo.
Cos’è la classificazione A (ad esempio, A1 e A2)?

Potresti aver visto le classificazioni A1 e A2 su alcune delle nuove schede e ti sei chiesto cosa sia. Le classificazioni A1 e A2 sono parte di un nuovo tipo di specifica di velocità che è rilevante per l’esecuzione di applicazioni dalla scheda di memoria. La valutazione A è una specifica separata, non una nella stessa sequenza. Quindi è possibile che una scheda abbia sia la classificazione A1 che quella V30, per esempio.

Fino a questo punto, il mercato principale per le schede di memoria è stato per l’archiviazione di media come video o foto. Ma sempre più spesso, i dispositivi possono eseguire applicazioni direttamente da una scheda di memoria. E questo richiede un diverso tipo di interazione con lo spazio sulla scheda di memoria – in particolare, velocità di lettura e scrittura casuale e piccoli pezzi di dati vengono posizionati ovunque sulla scheda ci sia spazio per loro.

Così la nuova specifica A (per App Performance) incorpora la velocità di lettura/scrittura casuale. Se state comprando una scheda di memoria per una macchina fotografica, non è particolarmente rilevante perché ciò che è richiesto su quelle è la velocità sequenziale. Quindi, se stai registrando video (o scattando foto), le classi di velocità che vuoi cercare sono quelle che iniziano con V (per esempio, V30 o V60) o U (U1 o U3). Ma se stai comprando una scheda di memoria per un dispositivo di gioco o uno smartphone o qualche altro tipo di dispositivo che esegue applicazioni e utilizza schede di memoria SD o microSD, la classificazione A è progettata come una guida per quali schede sono più adatte a quel tipo di utilizzo.

UHS-I contro UHS-II

Le schede SDHC e SDXC più recenti hanno una caratteristica chiamata ultra-high-speed bus, che si riferisce all’interfaccia. Finora, c’è UHS-I e UHS-II. UHS-I supporta una velocità massima del bus di 104Mb/s, mentre UHS-II supporta fino a 312MB/s. La specifica per UHS-III, che arriva fino a 624MB/s, è stata annunciata, ma finora non ho visto nessuna implementazione in natura.

L’etichettatura del prodotto per le schede con questa tecnologia avrà o UHS-I o UHS-II, o a volte solo I o II. Tecnicamente, dovrebbero essere numeri romani, ma a volte lo vedrete elencato con un numero 1, come UHS-1, anche da alcuni produttori.

Puoi anche distinguerli guardando le schede stesse. Le schede UHS-I hanno una singola fila di pin sul retro. UHS-II ha due file. In questo esempio, entrambe sono schede SanDisk Extreme Pro, solo di generazioni diverse.

Schede SD UHS-I vs UHS-II

Come per molti aspetti delle schede di memoria, non è tutto rose e fiori. UHS-II (e UHS-III) permette una maggiore velocità potenziale, ma in pratica, non c’è garanzia che una scheda SD UHS-II sarà più veloce di una scheda SD UHS-I, perché ci sono altri fattori che entrano in gioco.

Uno è il design della scheda. Un altro è che conta in cosa stai mettendo la scheda. È importante notare che approfittare dei potenziali aumenti di velocità di UHS-II richiede che sia la scheda che l’host (ad esempio, il lettore di schede o la fotocamera) lo supportino. Mettere una scheda UHS-II in una macchina fotografica o in un host che supporta solo UHS-I avrà come risultato il ritorno alla velocità UHS-I. Idem per mettere una scheda UHS-I in un dispositivo abilitato UHS-II. (Tutti i test qui sono fatti con lettori e hardware UHS-II).
SD vs microSD vs CompactFlash vs CFAST 2.0 vs XQD 2.0

Alcune fotocamere sono dotate di più slot per schede di memoria, così puoi scegliere quale usare (o usarli entrambi).

La velocità delle schede SD ha fatto passi da gigante negli ultimi anni. Al momento, le schede SD più veloci sono più veloci delle più veloci schede microSD, più veloci delle più veloci schede CompactFlash4, e più lente delle schede CFAST 2.0 e XQD 2.0.
Raccomandazioni generali per l’uso delle schede SD

Ecco alcuni consigli generali per l’acquisto e l’uso delle schede SD.

Ci sono schede di memoria contraffatte sul mercato, specialmente quando si compra online. Comprare da un rivenditore rispettabile aiuta a minimizzare il rischio di ottenere un falso.
Le schede SD sono notevolmente forti e robuste e sono pubblicizzate come impermeabili, a prova di schiacciamento, di congelamento e di polvere, ma non sono completamente indistruttibili. Ed essendo così piccole, sono piuttosto facili da smarrire. E perdere tutte le tue foto o video è un prezzo alto da pagare per vedere fino a che punto puoi spingerti. Inoltre non sono progettati per l’archiviazione a lungo termine di foto e video. È buona norma scaricare i dati appena possibile e farne un backup sicuro.
Le schede di memoria sono prodotti elettronici complicati. Una piccola percentuale di prodotti elettronici finisce per essere difettosa dal processo di fabbricazione. Quindi è buona pratica testare la scheda prima di usarla in un’applicazione mission-critical. Meglio ancora, avere un ricambio (o, meglio ancora, dei ricambi) a portata di mano come backup.
Formatta sempre la scheda nella macchina fotografica piuttosto che con il tuo computer, e fallo abbastanza regolarmente. Questo mantiene il filesystem della scheda di memoria impostato nel modo desiderato dalla fotocamera e riduce il rischio di problemi di formattazione.
È sempre meglio formattare le schede di memoria nella macchina fotografica in cui le userai, ma se non è possibile o non è quello che vuoi fare, puoi anche formattare le schede usando un computer. Ma ci sono alcune cose da sapere quando si formattano le schede SD per minimizzare i rischi che la tua fotocamera abbia problemi con esse.

 

 

Ultimo aggiornamento 2021-05-08 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Lascia un commento